Le chat più sicure per la privacy

Le chat più sicure per la privacy

SAN FRANCISCO, CA - FEBRUARY 19: The Facebook and WhatsApp app icons are displayed on an iPhone on February 19, 2014 in San Francisco City. Facebook Inc. announced that it will purchase smartphone-messaging app company WhatsApp Inc. for $19 billion in cash and stock. (Photo illustration by Justin Sullivan/Getty Images)

La crittografia è una questione di diritti umani e le aziende che operano nello sviluppo di applicazioni di messaggistica istantanea lavorano in un settore in cui le libertà civili e la sicurezza degli utenti non possono essere messe in secondo piano. Per questa ragione Amnesty International pubblica oggi il suo report “For your eyes only?” incentrato sull’affidabilità delle app più popolari in termini di privacy.

Secondo i dati della Ong, che classificano le 11 aziende più (e meno) efficienti sulla base dell’effettiva “risposta alle loro responsabilità in fatto di di diritti umani e per il modo in cui usano la crittografia per proteggere la sicurezza online dei loro utenti”, le app di Facebook (WhatsApp e Messenger, 73 punti su 100) sarebbero le più affidabili, seguite da quelleApple (iMessage, Facetime, 67/100), da Telegram (67/100) e infine dai servizi di Google (Allo, Hangouts, Duo, 53/100). Le piattaforme con i risultati più scarsi, invece, sono quelle di Microsoft (Skype, 40/100), Snapchat (26/100),Blackberry (20/100) e Tencent (QQ e WeChat, 0/100).

Nello studio sono comprese anche Viber, Kakao Inc e Line.

La classifica di Amnesty International è basata sui risultati ottenuti dalle aziende per cinque criteri fondamentali: il riconoscimento effettivo nelle policy e nelle procedure aziendali delle minacce online alla privacy e alla sicurezza come rischi per gli utenti; l’applicazione della end-to-end encryption di default; la comunicazione delle minacce agli utenti e l’esplicitazione dell’uso della crittografia come risposta; la pubblicazione dei dettagli dei dati concessi ai governi e quella dei dettagli tecnici degli standard di sicurezza adottati.

Adding analytics.js to Your Site The analytics.js library is a JavaScript library for measuring how users interact with your website. This document explains how to add analytics.js to your site. The JavaScript tracking snippet Adding the following code (known as the "JavaScript tracking snippet") to your site's templates is the easiest way to get started using analytics.js. The code should be added near the top of the tag and before any other script or CSS tags, and the string 'UA-XXXXX-Y' should be replaced with the property ID (also called the "tracking ID") of the Google Analytics property you wish to track. Tip: If you do not know your property ID, you can use the Account Explorer to find it.